Caratteristiche, proprietà e benefici delle albicocche

albicocche frutto

Se pensate alla frutta dell’estate, cosa vi viene in mente? Io, senza se e senza ma, dico pesche e albicocche e io, sempre senza se e senza ma, se devo scegliere tra le due scelgo senza ombra di dubbio le albicocche. Perché sono colorate, sono rotonde, sono polpose, sono buonissime e fanno bene. Per me sono una tentazione incredibile, quando ne trovo non riesco a resistere anche se il mio stomaco reclama a gran voce.

Alle albicocche non si pensa mai in termini di benefici e controindicazioni ma in realtà, a ben guardare, ci sono delle cose che bisogna sapere per godere al massimo di questi frutti così stagionali e preziosi.

STAGIONALITÁ

L’albicocco, la pianta intendo, fiorisce e in primavera e le albiccoche, i frutti, maturano da giugno fino a fine luglio.

ACQUISTO

Le albicocche più buone sono quelle morbide ma non molli, con la pelle liscia e vellutata, senza macchie e di un bel colorito, lontano dal verde che indica che si tratta di prodotti poco maturi che non matureranno mai.

CONSERVAZIONE

Vanno conservate in frigorifero se sono mature altrimenti tendono ad andare a male nel giro di 1 giorno. Tiratele fuori dal frigo una mezz’oretta prima di mangiarle altrimenti sono troppo fredde e si rischia di non assaporarne il sapore originario.

PREPARAZIONE e UTILIZZO IN CUCINA

Una volta acquistate o raccolte dall’albero potete usarle come volete. Oltre a mangiarle così come sono, potete prepararci marmellate, dolci al cucchiaio e tutto quello che vi passa per la testa. Facendole essiccare sono fantastiche da utilizzare per i dolci di Natale.

PROPRIETÁ

Le albicocche sono ricche di vitamina A, vitamine B, C e PP, di magnesio, fosforo, ferro, calcio e sorbitolo.

BENEFICI

Le albicocche fanno bene all’abbronzatura, cari i miei manici della tintarella a tutti i costi 😀 Ma sappiate che fanno bene a chi soffre di anemia, spossatezza e depressione ma anche a chi soffre di fragilità ossea e secchezza. Poco conosciuta per questa sua proprietà, l’albicocca è utilissima in caso di diarrea se la si mangia fresca mentre ha proprietà lassative se assunta in versione secca.

CONTROINDICAZIONI

Nonostante siano frutti fantastici, le albicocche non sono indicate per chi soffre di calcoli renali. Mangiandone troppe, fresche, si rischia di affaticare lo stomaco e causare problemi alla digestione. La pelle può causare allergie e dunque è sempre bene lavarle accuratamente e, quando possibile, rimuovere la pellicina esterna che le riveste.