Come dimagrire sulla pancia con dieta e qualche consiglio

pancia piatta dieta

Prova costume passata ma voglia di rimettersi in form? Capita sempre, tutti i santi anni, che dopo u’estate di stravizi si arrivi a fine agosto con la voglia di rimettersi in forma. Io di solito mi metto a stretto regime detox per una settimana ma calcolando che non sono Gwyneth Paltrow e che proprio non ho voglia di privarmi dell’impossibile e diventare un sedano che cammina alla fine la detox dopo una settimana la abbandono. Ci sono però una serie di regole che seguo praticamente sempre per (tentare di) avere la pancia piatta e che non necessariamente (non nel mio caso almeno) vanno di pari passo con una dieta anche se ovviamente implicano che si mangino meno schifezze.

Regola numero 1: la mattina appena mi sveglio mi preparo una spremuta di limone da bere con dell’acqua calda. Sembra una cosa stupida ma in effetti bevendo sempre acqua calda e limone la mattina a stomaco vuoto si aiuta il metabolismo a regolarsi e, allo stesso tempo, si aiuta la digestione che viene messa in moto in maniera naturale e ad eliminare le tossine. All’inizio è difficilissimo bere succo di limone a stomaco vuoto ma quando ci si abitua diventa una (quasi) piacevole abitudine.

Posto che io mangio naturalmente senza sale, se c’è una cosa che mi aiuta a stare meglio e a vedere il palloncino della pancia scomparire sono le spezie: io uso tanto rosmarino, tanta menta e tanta salvia mentre la pasta tendo ad insaporirla con il peperoncino, senza mai abbondare. Ovviamente ci sono anche dei cibi che si possono e che non si possono mangiare ma io spesso, sempre direi, faccio eccezioni e sgarro.

La frutta la mangio solo ed esclusivamente fuori dai pasti perché altrimenti gonfia quindi a metà mattina e a metà pomeriggio quando non cedo alla barretta di cioccolato di solito mangio mele o prugne; dicono che sia ottima l’uva ma siccome a me non piace la evito del tutto e abbondo di ananas e pompelmo, per la stessa motivazione dell’acqua e limone.

Un trucchetto che funziona è eliminare del tutto le gomme da masticare: non esagero se dico che sono più di 4 anni che non ciancico una gomma e non ne sento neanche il bisogno perché quando lo facevo, ed ero praticamente sempre con una gomma da masticare in bocca, sentivo lo stomaco che diventava un palloncino.

L’acqua è decisamente un toccasana pure se a me non piace molto ma aiuta a pulirsi e a restare in forma specie se bevuta lontana dai pasti: mi spiegavano che se si beve mentre si mangia lo stomaco si affatica e si allarga per cui quando posso io bevo lontano dai pasti, meno del dovuto (1 litro e mezzo di acqua al giorno si dovrebbe bere) ma comunque ne sento i benefici, se non altro sulle gambe che sono meno pesanti e sulla pancia che è spesso vuota.

Infine, mi duole profondamente dirlo, l’attività fisica aiuta: io sono pigra per natura, fosse per me stazionerei sul divano per ore e ore ma da quando corricchio, faccio yoga e pilates più una serie di altre cosette devo dire che la mia pancia sta meglio e pure il mio cervello ha meno motivi per essere imbarazzato. Mi duole dirlo ma fare attività fisica fa bene…

Dopo tutta ‘sta paranoia vi starete chiedendo: “ma questa ce l’ha per davvero la pancia piatta?”. Ehehehehe vi lascio il dubbio 😉