Come fare la pizza senza lievito velocemente e facilmente



pizza senza lievito

Qualche mese fa avevo postato, su richiesta di parecchie persone che poi l’hanno provata e hanno confermato la sua fattibilità, la ricetta della pizza senza lievito a base di cremor tartaro; in molti mi hanno scritto chiedendomi come fare la pizza senza lievito e senza usare cremor tartaro e allora, prima di postare la ricetta, ho sperimentato a casa per vedere se funzionava. E funziona :) quindi ecco qua il procedimento per preparare la pizza senza lievito a casa.

Premetto che mancando il lievito e qualsiasi agente lievitante la pizza non cresce e dunque se la si stende troppo bassa si rischia di mangiare una suola per le scarpe ma se si trova la calibratura giusta il risultato non è per nulla male (peraltro è anche abbastanza utile se si segue una dieta disintossicante!!) e sicuramente ai romani ricorderà la pizza che si mangia da noi che è tutto tranne che alta come la napoletana. I puristi stiano alla larga da questa pizza!!

Cosa serve per 2 teglie abbastanza grandi
400 grammi di farina 00
100 grammi di farina di mais
1 cucchiaio e mezzo di olio extravergine di oliva
2 cucchiaini di sale
200 ml acqua tiepida

Come si fa
1. Setacciare le due farine e versarle in una ciotola molto capiente quindi aggiungere anche il sale e l’olio. Aggiungere l’acqua tiepida in quantità tale da ottenere un impasto compatto e abbastanza morbido da lavorare (potrebbero volerci più o meno di 200 ml di acqua!).
2. Accendere il forno a 200°. Dividere la pasta in due panetti e stenderli entrambi usando prima le mani e poi un mattarello. Sistemarle sulle teglie oliate e infarinate facendo in modo che non siano troppo basse nè troppo alte.
3. Condire a piacimento e infornare per 15 minuti a 180°, sfornare e mangiare.

Tempo di preparazione: 40 minuti

Risultato: digeribilissima, molto croccante sotto e nel complesso sottile, la pizza senza lievito fatta in questo modo è veloce ed è anche ottima per chi non può assumere lieviti. Non si perde sapore ma è necessario fare attenzione alla cottura e allo spessore altrimenti si rischia di bruciare tutto e di dover buttare tutto.

Variante: se volete potete aggiungere 2 cucchiai di vino bianco che aiuta a dare compattezza all’impasto e anche un seppur minimo spessore. Se no avete problemi di intolleranze non toglietelo perchè non si sente proprio e aiuta l’impasto ad essere lavorabile più facilmente.

Variante 2: in giro ho trovato questa ricetta della pizza senza lievito in cui praticamente gli ingredienti sono gli stessi ma viene adottato il metodo della doppia cottura. Ho provato anche questa variante ma a me non ha entusiasmato molto perchè alla fine sembra di mangiare una piadina ma se vi viene voglia provateci.

Consiglio: così come gli impasti lievitati per la pizza anche quelli senza lievito possono essere congelati. Basta dividere l’impasto in panetti della dimensione desiderata e sistemarli dentro dell’alluminio oppure, se volete poi risparmiarvi la fatica e avete anche spazio, stendere direttamente l’impasto e congelarlo già steso, pronto per essere farcito all’occorrenza.

Raccomandazioni per i celiaci: noi poveri incompresi dal mondo :) possiamo farla senza problemi semplicemente sostituendo la farina 00 con il mix apposito per pizze o con farine naturali, tipo quella di riso, da aggiungere a quella di mais. L’unica accortezza è stendere immediatamente l’impasto per evitare che si secchi e dimenticarsi di poterlo congelare perchè, credetemi ;) , il risultato dopo lo scongelamento è qualcosa che nemmeno ai peggior nemici augurerei di mangiare!

POSTILLINA: la temperatura del forno potrebbe variare e quindi anche il tempo di cottura. Sperimentate e solo in questo modo riuscirete a trovare la quadratura giusta e ad ottenere una buona pizza. Io con 15 minuti ce la faccio, pero’ se per voi e’ poco/troppo aumentate o diminuite la cottura rendendovi conto da soli dei problemi. Diciamo che la ricetta riguarda soprattutto le dosi, alla cottura pensateci voi e la vostra esperienza!


Commenti

Attivando i commenti accetti la privacy policy di Disqus.