Logo Agrodolce
Gplus Facebook Twitter Youtube Pinterest Instagram Rss


crepes

Qua lo dico e qua (non) lo nego: a me le crepes fanno impazzire, dolci o salate, in qualunque modo e a qualunque ora della giornata. E mi diverte prepararle perchè sono veloci e semplicissime oltre ad essere talmente versatili da diventare ottime sia per i pasti principali che per le merende e gli stuzzichini. Per questo quando sono arrivata a Dublino mi sono scioccata quando, nei vari Tesco e Marks&Spencer, ho trovato confezioni di crepes già pronte e solo da riscaldare e farcire.

Si tratta di confezioni dentro le quali si trovano le sfogliette già pronte che vanno delicatamente (e quando dico delicatamente dico proprio delicatissimamente) rimosse dalla loro confezione e sempre delicatamente staccate l’una dall’altra per poi essere messe a riscaldare in forno o in padella; in pratica alla fine si risparmia solo il tempo dell’impasto e della cottura della pastella ma facendo due conti e analizzando il rapporto tra qualità, prezzo e packaging ci si rende conto che davvero il risparmio è pochissimo.

Comunque da queste parti usano tanto queste crepes già pronte anche a causa dei programmi di cucina fast, di cui la Cuochina è fan accanita, in cui si invita ad acquistare prodotti di questo tipo già pronti in modo da poterli servire in 5 minuti; Nigella le consiglia sempre commettendo, secondo me, un gravissimo errore ma tant’è.

Ecco, per preparare le crepes in casa in realtà di minuti ne servono pochi di più, quindi davvero non capisco il senso di queste confezioni e preferisco prepararmele da sola utilizzando, per 4 persone, 2 uova, 1 pizzico di sale, 100 grammi di farina e un bicchiere di latte.

Io sbatto le uova in una terrina con la frusta e poi le unisco alla farina, al sale e al latte sempre sbattendo con la frusta a mano fino a quando il composto non risulta liscio e abbastanza morbido ma non troppo liquido; lascio riposare per 10 minuti giusto per far compattare il tutto ma se ho più tempo lascio anche per 30 minuti.

Quindi mescolo la pastella e ne verso un mestolo in un padellino leggermente unto e ben caldo ruotandolo per far scorrere il composto in modo che copra tutta la superficie; lascio cuocere fino a quando la crepes non si è indurita, quindi la sollevo usando una spatolina e la giro dall’altro lato facendola cuocere.

Non è difficile vero? E poi voi ve le ricordate le crepes di Creamy? :)

Tempo di preparazione: 3 minuti per l’impasto + 10 minuti in frigo + 10 minuti per la cottura

Postillina: nella mia ricetta manca del tutto lo zucchero, anche quando le preparo nella versione dolce. Questo perchè preferisco che siano insapore in modo tale che risalti il condimento che secondo me è la cosa fondamentale di questa ricetta.

La foto è di Squidoo.


Commenti

Attivando i commenti accetti la privacy policy di Disqus.