Logo Agrodolce
Gplus Facebook Twitter Youtube Pinterest Instagram Rss


Pane azzimo

La prima volta che l’ho preparato a casa è venuta fuori la suola di una scarpa, pressochè immangiabile per via dell’eccessiva croccantezza ma di ottimo sapore. Così piano piano ho affinato la tecnica per preparare a casa il pane azzimo e oggi riesco a cucinarlo direttamente da sola senza doverlo comprare.

La particolarità del pane azzimo è l’assenza di lievito ed è per questo che chi è a dieta spesso deve mangiarlo se vuole evitare gonfiore e chi è intollerante ai lieviti anche.

Ingredienti per 10 filoncini

300 grammi farina 00
150 grammi farina integrale
olio d’oliva
sale a piacere
acqua tiepida

Come si fa

1) Versate le due farine, setacciate, in una ciotola grande e, senza necessariamente praticare il classico buco in mezzo, versate circa 180 ml di acqua tiepida;
2) Impastate con le mani oppure con l’impastatrice fino a quando non otterrete un impasto abbastanza elastico (10 minuti circa con le mani, 2-3 con la planetaria). In questa fase volendo potete aggiungere sale a vostro piacimento;
3)
Lasciate riposare l’impasto per un’ora sotto un panno bagnato dopo averlo spennellato con olio;
4) Formate 10 panini dalla forma lunga e stendeteli con le mani o con un mattarello all’altezza di 1-2 cm e spennellateli con poco olio.
5)
Ungete una teglia, sistemate i panini e infornate per 15 minuti a 220°C facendo attenzione a girare una volta per lato i panini.

Tempo di preparazione: 30 minuti + 1 h coperto

Risultato: basso ma morbido, questo tipo di pane azzimo è adatto per il consumo quotidiano a tavola ma anche se si vuole preparare una merenda più leggera.

Curiosità: il vero matzah ebraico prevede che la farina e l’acqua vengano mescolate e informate al massimo entro 15 minuti per evitare qualsiasi processo di lievitazione. In questo modo si ottengono però dei crackers.

Variante: qualcuno invece di infornare cuoce l’azzimo in padella a mo’ di piadina ma il risultato cambia del tutto, sia nella forma che nel sapore in quanto si tratta del pane classico che si usa, per esempio, per fare il kebab.

Conservazione: questo pane si indurisce prestissimo, nel giro di un giorno. Potete farlo durare di più avvolgendolo in un panno di cotone oppure conservandolo in un sacchetto di carta sigillato. se volete congelarlo, avvolgetelo in alluminio e mettetelo in congelatore.


Commenti

Attivando i commenti accetti la privacy policy di Disqus.