Logo Agrodolce
Gplus Facebook Twitter Youtube Pinterest Instagram Rss


pasta zucchero no glucosio

Vi ricordate la pasta di zucchero che avevo tentato di preparare qualche mese fa? Ecco, questa estate ci ho dato dentro e con la pasta di zucchero ho “disegnato” stelline, alberelli, casette ma per ora nessun pupazzetto perchè richiede una certa precisione e una certa calma che io, per indole, non ho. Però ho anche sperimentato una ricetta più veloce e meno invasiva per una pasta di zucchero favolosa, morbida e delicata: pasta di zucchero senza glucosio e senza gelatina.

Sostanzialmente non si tratta altro che di una sostituzione: si toglie il glucosio e si utilizza il miele, si toglie la gelatina e si preferisce l’albume e il risultato è una pasta di zucchero più difficile da lavorare all’inizio per via del miele ma più morbida e più malleabile una volta pronta soprattutto un pochino meno dolce in special modo se si usa miele di acacia.

Cosa serve per un panetto di grandi dimensioni

400 grammi di zucchero a velo
60 grammi di miele
1 albume grande a temperatura ambiente

Come si fa
1. Versare tutti gli ingredienti in una ciotola bella grande e lavorarli con le mani fino a quando tutti i grumi si saranno dissolti e dunque per circa 20 minuti. In alternativa fate come: azionate l’impastatrice alla velocità media, versate gli ingredienti nella ciotola e fateli amalgamare.
2. Una volta che l’impasto è pronto, sia preparato a mano che con l’impastatrice, prendere la pasta in mano e, dopo aver spolverato il piano di lavoro con dello zucchero a velo, lavorarla con le mani abbastanza fresche (altrimenti si scioglie!) in modo tale da renderla liscia e compatta (nel caso in cui risulti liquida e appiccosa aumentare lo zucchero poco alla volta). Una volta pronta, si può utilizzare subito o riporre avvolta nella pellicola in modo tale che non si raffreddi troppo e che la sua temperatura interna resti sempre uguale.

Tempo di preparazione: 20 minuti

Oltre ai consigli già presenti qua, ne ho un altro per voi maniaci della pasta di zucchero :) : stendetela sottile quando la usate per decorare perchè il suo sapore caratteristico può nauseare e rendere davvero immangiabili i dolci. Io la uso soprattutto per creare i soggettini mentre per foderare i dolci preferisco le glassature classiche perchè in questo modo il sapore della base resta predominante rispetto alla copertura.

Questa versione veloce della pasta di zucchero dura poco fuori dal frigo perchè è presente l’albume crudo ma è un modo semplice e pratico per evitare di rinunciare a provare questa ricetta se non si hanno a disposizione gli ingredienti “classici”; inoltre è anche adatta ai vegetariani visto che la gelatina è composta di parti animali e dunque chi segue la filosofia vegetariana/vegana non può assumerla.

NOTA: per chi si fa problemi nell’utilizzo dell’albume crudo, è possibile sterilizzarlo mettendolo in una ciotola e posizionandolo su una pentola con acqua calda lasciandolo per un paio di minuti, massimo tre, in modo che si “pulisca”.


Commenti

Attivando i commenti accetti la privacy policy di Disqus.