Pasta frolla salata, la ricetta con l’olio di oliva

pasta frolla salata ricetta

Ho scoperto il potere della pasta frolla salata qualche tempo fa quando non volevo usare la sfoglia per una torta salata ma volevo una base che fosse consistente e solida, ideale per contenere un ripieno sostanzioso. La ricetta della pasta frolla salata non è niente di più difficile rispetto ad una frolla classica dolce ma ovviamente cambiano gli ingredienti e, udite udite, non si utilizza (o almeno io non utilizzo) il burro.

Ho infatti sostituito il burro con l’olio extravergine di oliva per ottenere una base più saporita e meno pesante e se state immaginando una frolla simile alla pasta della pizza siete lontani anni luce perché il risultato è una classica frolla non dolce 😀

La potete utilizzare come base per le quiche e le crostate salate ma se la stendete bene è ottima per le torte salate perché ha un sapore incredibile e riesce ad esaltare gli ingredienti all’interno, molto più della classica sfoglia. Se volete che si senta meno l’olio e la pasta venga compatta e lavorabile senza problemi riducete l’olio fino ad usarne un massimo di 100 grammi; non aggiungete tuorli che slegano il tutto.

Cosa serve per un panetto di frolla salata da 500 grammi
350 grammi di farina (se per celiaci usare i mix)
180 grammi di olio extravergine di oliva
2 tuorli grandi
sale a piacere

Come si fa
1. Lavorare i tuorli con una forchetta e salarli leggermente quindi versare l’olio e sbattere per ottenere una sorta di crema.
2. Setacciare la farina e aggiungere un pizzico di sale quindi incorporare la crema di uova e olio e lavorare prima con la forchetta poi con i polpastrelli fino ad ottenere un panetto compatto.
3. Adagiare l’impasto su un foglio di pellicola, chiudere per bene ed avvolgerlo dentro uno straccio di cotone. Mettere in frigo per 30 minuti quindi stendere la frolla salata al bisogno e, se necessario, aggiungere farina per evitare che si attacchi al piano di lavoro e si strappi.

Tempo di preparazione: 45 minuti

Risultato: è una frolla dal sapore salato in cui, se usate un ottimo olio, sentirete davvero la differenza con qualsiasi altro tipo di impasto salato.

Variante: oltre alla frolla di base potete aromatizzare lo stesso impasto con parmigiano, pecorino o formaggio di vario tipo ma anche con erbe aromatiche e spezie.

Consiglio: se non la dovete usare subito tenetela in frigorifero dove può restare per 24 ore senza essere toccata e tiratela fuori 10/15 minuti prima di usarla. Potete congelarla lasciandola direttamente nella pellicola trasparente.

Postillina: se lavorate con farina senza glutine NON lasciate riposare la frolla ma stendetela subito altrimenti, mancando il glutine, se resta in frigorifero non può essere stesa correttamente perché si spezza.