Pesto alla genovese, la ricetta

La ricetta del pesto alla genovese da fare a casa



pesto genovese

Estate vuol dire avere a disposizione ottima e freschissima verdura ma anche erbe aromatiche fresche che riescono a rendere migliore anche una semplice fettina di carne. Su tutte spicca il basilico e l’utilizzo estivo che viene subito in mente è uno, probabilmente il migliore: il pesto alla genovese.

Preparare il pesto sembra semplice ma in realtà, se non si rispettano le giuste dosi e soprattutto se non si fa attenzione all’ordine con cui si mescolano gli ingredienti, e ovviamente alla qualità degli ingredienti stessi, il risultato è sgradevole.

Siccome del pesto esistono tante/troppe variazioni esiste fortunatamente un vero e proprio Disciplinare riconosciuto che indica come va preparato il vero pesto alla genovese che, se non rispetta queste indicazioni, non può essere chiamato tale.

Cosa serve per un barattolo di pesto
50 grammi di basilico a foglia piccola (corrispondono a circa 60/65 foglie)
1/2 bicchiere di olio extravergine di oliva
6 cucchiai di Parmigiano Reggiano
2 cucchiai di Pecorino
2 spicchi di aglio
1 cucchiaio di pinoli
3-4 grani di sale grosso

Come si fa
1. Lavare il basilico in acqua fredda quindi tamponarlo con un canovaccio di cotone per togliere l’acqua facendo attenzione a non spezzare le foglie.
2. Pestare due spicchi di aglio nel mortaio e, quando questo è ben pestato, aggiungere il sale grosso. Aggiungere le foglie di basilico poche alla volte iniziando a pestare con un movimento circolare in modo che il basilico rilasci l’olio e le foglioline non si spezzino ma si sfaldino gradualmente.
3. Una volta aggiunto e pestato tutto il basilico e quando da questo uscirà un liquido verde, aggiungere anche i pinoli e continuare a pestare.
4. Aggiungere al composto anche parmigiano e pecorino e, quasi alla fine, l’olio versato a filo in modo da dargli il tempo di assorbire tutti i sapori senza prevaricarne nessuno. Una volta che la salsa è ben amalgamata utilizzarla in cucina, sulla pasta e non solo.

Tempo di preparazione: 10 minuti

pasta al pesto di basilico

Risultato: profumato, aromatizzato, non pesante, questo è il vero pesto italiano, quello che tutti dovrebbero imparare a fare o almeno a provare a fare almeno una volta nella vita.

Consiglio: se volete godere dei benefici del basilico fresco anche in inverno potete preparare il pesto e poi metterlo a congelare dentro appositi contenitori o barattolini. Non sarà come averlo fresco e appena preparato ma meglio congelato che comprato al supermercato!

Consiglio 2: il pesto va preparato con tutti gli ingredienti a temperatura ambiente e non può richiedere troppo tempo perché altrimenti il basilico si annerisce e diventa amaro.

Curiosità: il mortaio che si usa nella ricetta tradizionale è di marmo e il pestello di legno. Ovviamente seguendo lo stesso identico procedimento si può preparare il pesto usando il frullatore ma chiaramente la differenza si sente e si vede anche visto che il pesto preparato a mano è di un verde più brillante.


Commenti

Attivando i commenti accetti la privacy policy di Disqus.

© 2010-2017 La Cuochina Sopraffina è un marchio registrato di Veruska Anconitano - Tutti i diritti riservati - Questo blog non è una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001. Tutti i diritti su testi, fotografie e codice presenti su questo sito, ove non diversamente indicato, sono copyright della proprietaria di questo sito e quindi tutti i diritti sono riservati. Non è autorizzata la pubblicazione dei testi e delle foto che non consentano il link al contenuto originale. Ogni violazione alla presente potrà essere perseguita legalmente. - Contattami - Privacy - Grafica, programmazione e marketing by Pixael.com

English version