Logo Agrodolce
Gplus Facebook Twitter Youtube Pinterest Instagram Rss


tortilla messicana

Le tortillas sono delle sfogliette di mais che somigliano tantissimo alle piadine (se non fosse per la consistenza e per i “punti neri” sarebbero pressochè uguali :D ) e che si trovano in tutti i supermercati; a me piacciono moltissimo mangiate così, senza nulla, giousto leggermente scaldate ma sono ottime se vengono farcite alla messicana.

Il termine tortillas indica infatti l’involucro generale mentre in base alla farcitura delle stesse si distinguono varie tipologie che assumono nomi diversi (se c’è qualche errore vi prego di segnalarmelo :D ) :

Burritos: sono fagottini chiusi su sè stessi, preparati con farina di mais e fermati con degli stuzzicadenti. Al loro interno si inserisce pesce, carne o riso;
Empanadas: sono mezzalune al frumento e mais che si mangiano in Argentina e che si riempiono come i nostri tortelli dolci. Speciali quelle con il dulce de leche :D
Enchiladas: sono simili a dei grandi cannoli, si cuociono in forno e si farciscono con carne, pesce e verdure;
Fajitas: sono le tortillas nude e crude, senza farcitura e che accompagnano, a mo’ di pane, insalate e pollo alla piastra;
Tacos: tortillas di mais farcite, ripiene di carne, piegate a metà e leggermente fritte.

Se non volete comprarle già pronte, preparare le tortillas a casa è semplicissimo dal momento che, a differenza dei nostri prodotti da forno, non richiedono alcuna lievitazione e anche la cottura è molto veloce.

Ingredienti per 12 tortillas
200 grammi di farina di mais bianco (in gergo tecnico, masa harina)
310 ml di acqua
un pizzico di sale
un cucchiaino di olio

Come si fa
1) Versare in una brocca l’acqua e aggiungere olio e sale mescolando per far amalgamare il tutto;
2) In una ciotola versare la farina di mais setacciata (questa è un’operazione, checchesenedica, necessaria perchè la farina si sfoltisce parecchio e si lavora meglio) e aggiungere a filo l’acqua contenuta nella brocca;
3) Mescolare gli ingredienti in modo che si formi un impasto compatto, coprire con un panno di cotone umido e far riposare per 15 minuti circa a temperatura ambiente;
4) Una volta trascorsi i 15 minuti formare 12 palline di impasto e sistemarle su della carta forno. Stenderle prima con le mani e poi con un matterello usando un oggetto dalla forma rotonda, del diametro variabile tra i 13 e i 16 cm, per dare forma alla pasta;
5) A questo punto cuocere la tortilla su una padella antiaderente SENZA olio per massimo 2 minuti girandola solo una volta;
6) Lasciarle coperte impilate una sopra l’altra e intervallate da carta forno fino al loro utilizzo.

NON utilizzate strutto o burro nè lievito di qualunque tipo perchè la ricetta originale non prevede nulla di tutto questo e se fosse diverso avremmo di fronte delle piadine e non delle tortillas :D

NON utilizzate farina di polenta come si usa fare in sostituzione della farina apposita: la farina per polenta è molto più pesante e più grezza e non riesce ad essere impastata per bene per cui rischiate di ritrovarvi con una tortillas piena di montagnette di farina non amalgamata o, ancora peggio, se le avete stese per bene mangerete una sfoglia tipo crackers.

Dopo tutti questi NO, dove si trova la farina di mais bianco per le tortillas? Tendenzialmente la trovate in tutti i supermercati grandi, sicuramente la trovate nei negozi Bio e sicurissimamente nei negozi/negozietti etnici. Di fatto vi dico, e sono sicurissima, che a Roma da Castroni ce l’hanno ma se non riuscite a trovarla utilizzate la farina di grano.


Commenti

Attivando i commenti accetti la privacy policy di Disqus.