Cioccolata calda al forno per la merenda e non solo



cioccolata calda al forno

Con questo freddo che fa fuori (anche se da me è iniziata la primavera e le temperature si stanno, davvero!, alzando) la cioccolata calda è quel tipo di merenda a cui non si può rinunciare e se si decide di rinunciare è solo per una sorta di pudore personale che io aborro del tutto! :D Se vi state immaginando la cioccolata calda classica, sgomberate del tutto la mente e pensate a cioccolata calda al forno :) Mai provata? Provateci e sappiatemi ridire!.

La ricetta è semplice e abbastanza veloce e il risultato è a metà strada tra un soufflè caldo e una fonduta di cioccolata; la particolarità è la crosticina in superficie che, appena spaccata (come la crème brûlée!) rivela un cuore morbidissimo e chevvelodicoaffa’ godurioso come pochi!

Cosa serve per 6 tazze da colazione adatte al forno
6 uova grandi
100 grammi di zucchero
250 grammi di cioccolata bianca (quella consentita per i celiaci)
30 grammi di farina (farina di riso per i celiaci)

Come si fa
1. Sbattere le uova insieme allo zucchero quindi sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria.
2. Versare il cioccolato nelle uova mescolando con una spatola quindi versare anche la farina e mescolare per bene e lentamente fin quando il composto non è ben amalgamato.
3. Versare nelle tazze da colazione riempiendone ognuna per 3/4 e mettere in frigorifero per 2 ore.
4. Scaldare il forno a 180° quindi prendere le tazze e infornarle lasciando cuocere per un tempo variabile tra gli 8 e i 12 minuti, che è quello necessario affinchè si formi la crosticina esterna e una sorta di grigliatura omogenea. Servire la cioccolata quando è ancora calda accompagnandola con dei biscotti o anche con della frutta da inzuppare.

Tempo di preparazione: 30 minuti + raffreddamento

Risultato: dolce, essenziale ma semplicemente favolosa questa è la cioccolata calda che preferisco in inverno. E’ più lunga della classica per quel che riguarda la preparazione ma il risultato è super!

Variante: la cioccolata bianca può essere sostituita da quella nera e in questo secondo caso basterà lasciare in frigorifero per 1 ora circa perchè il cioccolato scuro è più solido rispetto a quello bianco e si solidifica più facilmente.

Variante 2: se non mangiate uova usate la panna al posto delle uova calcolando 500 ml di panna fresca da sbattere con lo zucchero. Il risultato è molto simile ma sembra più una mousse una volta messa in forno.

Consiglio: il passaggio in frigo è necessario per ottenere l’effetto “melted in mouth” ma se vi piace la cioccolata pressochè liquida potete tenere il composto in frigorifero per un’ora scarsa lasciandolo in forno circa 15 minuti (facendo attenzione che la superficie non si bruci!) per permettere il compattamento.


Commenti

Attivando i commenti accetti la privacy policy di Disqus.