La colomba pasquale secondo la ricetta classica e originale

Dopo la colomba con la pasta madre, se proprio siete appassionatissimi di questo dolce non potevo non proporvi quella che a casa mia funziona di più di ricetta (fatta eccezione per la straveloce!), la colomba classicissima che profuma la casa di buono e che è il modo unico per salutare la Pasqua.

Più di dieci ore tra lievitazione e impasti per un risultato finale che è davvero “remarkable” come dicono gli inglesi perché alla fine impasti tutto, metti nella ciotola e/o nello stampo, te ne vai a fare le tue cose e ritorni per fare i successivi impasti e poi al momento della cottura; un po’ come quando si prepara il panettone, per dire…

Insomma, è l’ideale via di mezzo tra la colomba straveloce e quella troppo difficile e complicata col lievito madre ed il risultato, se amate la colomba ovviamente, è davvero super.

Cosa serve per una colomba da 1 kg nello stampo di carta
500 grammi di farina
100 ml di acqua tiepida
25 grammi di lievito di birra (panetto)
180 grammi di burro
160 grammi di zucchero
5 tuorli
latte
1 cucchiaio di estratto di vaniglia
buccia grattugiata di 1 limone
buccia grattugiata di 1 arancia
1 pizzico di sale
70 grammi di canditi

Per la glassa
1 albume
mandorle dolci
zucchero a velo
granella di zucchero

Come si fa
1. Sbriciolare il panetto di lievito dentro l’acqua tiepida facendolo sciogliere quindi, mescolando con un cucchiaio di legno, aggiungere a pioggia 150 grammi di farina e formare un panettino di pasta. Mettere il panetto dentro un contenitore ermetico con dell’acqua tiepida e lasciar riposare per 40 minuti, il tempo di farlo lievitare e salire a galla.
2. Impastare la farina restante, lo zucchero, i tuorli, 100 grammi di burro morbido, la vaniglia, la buccia del limone, la buccia dell’arancia e il pizzico di sale. Lavorare l’impasto e aggiungere mano mano latte in quantità tale che il composto sia morbido e lavorabile con le mani.
3. Aggiungere il lievito preparato in precedenza all’impasto dopo averlo sgocciolato e lavorare tutto quindi mettere a lievitare per 1 ora.
4. Dopo un’ora aggiungere 50 grammi di burro morbido e rimettere a lievitare per 7 ore.
5. Trascorse le 7 ore aggiungere il restante burro e i canditi, lavorare per l’ultima volta l’impasto e trasferirlo nello stampo della colomba (NON imburrato e NON infarinato).
6. Lasciar lievitare per 4 ore quindi spennellare la colomba con la glassa di albumi e zucchero, aggiungere le mandorle dolci e la granella in superficie e cuocere a 190° per 15 minuti, poi a 180° per 40 minuti. Togliere dal forno e lasciar raffreddare.

Tempo di preparazione: 12 ore

Risultato: morbida, bucherellata, gialla gialla per via delle uova, la colomba preparata in questo modo ripaga da quello che secondo me è un minimo sforzo.

Variante: potete aggiungere anche dell’uvetta all’impasto oppure del liquore per un sapore più forte. Per preparare la colomba al cioccolato seguite lo stesso procedimento sostituendo i canditi con le gocce di cioccolato.

Consiglio: tende a seccarsi subito e facilmente e la soluzione è prepararla proprio sotto data per evitare che sia troppo dura.