La ricetta originale americana delle donuts di Homer

donuts americane ricetta

Quante volte avete indugiato davanti alla televisione alla vista delle ciambelle fritte con glassa più disparata? Io tante specialmente di fronte alle donuts di Homer Simpson, quelle irresistibili bombette di fritto e zucchero che non credo lascino indifferenti. Per questo sono stata felice quando, dall’America con furore, mi hanno indirizzata verso la ricette originale e autentica per fare le donuts a casa; ovviamente l’impresa è delle più lunghe e laboriose ma se vi viene voglia, in qualsiasi momento dell’anno, di friggere e fare come Homer questa è la ricetta da seguire.

Ovviamente la particolarità di quelle americane che si trovano in giro è di essere fritte nell’olio di frittura dove sono state fritte altre millemila donuts e non solo. A casa, per piacere, usare olio buono anche per friggere!

Cosa serve per 13 donuts
10 grammi di lievito di birra disidratato
30 ml di acqua tiepida
175 ml di latte
40 grammi di burro
1 uovo
45 grammi di zucchero
370 grammi di farina
1 litro di olio di semi per frittura

Come si fa
1. Sciogliere il lievito nell’acqua fredda mescolando con una forchetta quindi aggiungere latte, burro, uovo e zucchero sbattendo tutto con lo sbattitore elettrico fino a quando l’impasto non diventa liscio e omogeneo; aggiungere metà della farina e sbattere fino a quando l’impasto non si addensaper bene ed è senza grumi.
2. Aggiungere la farina restante e mescolare tutto con la planetaria o a mano.
3. Coprire l’impasto con uno strofinaccio di cotone e lasciarlo lievitare fino a quando raddoppia di volume, cioè circa per 1 ora e mezza, quindi stendere la sfoglia ad uno spessore di 1 cm e da questa ritagliare prima delle forme circolari di 7 cm l’una poi all’interno di queste, usando uno stampo rotondo da 3 cm, ricavare un secondo buco.
4. Sistemare tutto sul piano di lavoro e spolverare con della farina lasciando lievitare le ciambelle per un’altra ora e mezza. Scaldare l’olio di semi in una pentola grande e con i bordi alti e friggere le ciambelle girandole dopo circa 20 secondi per lato.
5. Prelevarle le singole ciambelle con la pinza da cucina e sistemarle su una teglia da forno ricoperta di carta assorbente lasciandole intiepidire; spolverare di zucchero a velo e lasciar raffreddare. Io ho deciso di non glassarle perchè sarebbero state davvero eccessive ma se volete glassarle potete optare per la semplicissima glassa all’albume, di cui trovate le dosi qua.

Tempo di preparazione: 4 ore

donuts fritte

Risultato: buone sono buone, pesanti sono pesanti. Il fatto che sono fritte le rende ancora più appetitose.

Variante: se volete esagerare, una volta fritte con una sacca da pasticcere riempitele di crema pasticcera o crema al cioccolato e mettetele in frigorifero per farle rassodare!

Consiglio: una volta preparate conservatele in frigorifero ma consumatele entro e non oltre 1 giorno per evitare che il fritto inizi a colare ovunque.

Postillina: vale la pena preparare i donuts a casa? Per la mia esperienza ni
, nel senso che la soddisfazione nel veder crescere qualcosa di proprio è molto piacevole ma sicuramente la fatica ripaga solo parzialmente il risultato. Con le dosi di cui sopra io ho tirato fuori 13 donuts di media-piccola grandezza per cui tenendo conto che pur essendo molto appetitose sono anche molto pesanti, alla fine è meglio calcolare bene se davvero ci si vuole imbarcare in questa impresa. Io ho i miei dubbi

[Foto by Giuseppe]