Logo Agrodolce
Gplus Facebook Twitter Youtube Pinterest Instagram Rss


Avrete capito che a me assaggiare la cucina di altri Paesi e popoli piace tantissimo e se non fosse per allergie e intolleranze varie me magnerei tutto l’impossibile e invece certe volte devo trattenermi con sommo disappunto. Comunque, senza svagare troppo, la prima volta che sono stata in Ungheria tutti mi dicevano che avrei amato il gulash ma io, capra come poche persone, ho messo le mani avanti sostenendo che lo spezzatino serio è quello che facciamo a Roma, punto e basta.

Ovviamente il gulash l’ho adorato al primo assaggio e ho imparato a prepararlo a casa eleggendolo a piatto invernale per eccellenza, uno di quei piatti adatti per celebrare i giorni della merla soprattutto qua in Irlanda dove, dicono loro, fra qualche giorno arriverà la primavera.

Secondo la tradizione la ricetta è assolutamente povera visto che risale al periodo in cui i mandriani (i gulyàs) si spostavano dalla Puszta all’estero per portare la carne di manzo nei vari mercati e cucinavano appunto questo spezzatino di carne e non contiene farina proprio per lo stesso motivo.

Non immaginatevi uno spezzatino piccante perché c’è la paprika: in ungherese paprika vuol dire peperone non “cosa piccante che manda a fuoco la lingua”!

Cosa serve per circa 1 Kg di gulash
1 litro di brodo di carne
500 grammi di patate
1 spicchio di aglio
1 carota
400 grammi di cipolle
50 grammi di burro (strutto nella ricetta originale)
1 cucchiaio di cumino in polvere
1 cucchiaio di paprika dolce in polvere
800 grammi di polpa di vitello
2 peperoni verdi o rossi
1 pomodoro rosso

Come si fa
1. Tagliare le cipolle a fettine a farle appassire in una pentola alta, grande e antiaderente nel burro per una ventina di minuti facendo in modo che non si brucino. Aggiungere alle cipolle l’aglio schiacciato, la carota a dadini e il cumino.
2. Dopo averla tagliata a cubi versare nella pentola anche la carne di vitello e lasciar rosolare mescolando di continuo in modo tale che la carne rilasci il suo liquido permettendo alle cipolle di non bruciarsi.
3. Aggiungere la paprika, il sale a piacere e una volta mescolato coprire con un coperchio e lasciar cuocere a fuoco basso, mescolando ogni tanto, per almeno 1 ora aggiungendo solo e soltanto se necessario 1 cucchiaio di brodo nel caso in cui la carne si stia bruciando.
4. Sbucciare e tagliare le patate a cubetti, tagliare anche il pomodoro a cubi dopo aver tolto i semi e allo stesso modo tagliare anche i peperoni, sempre senza semi. Trascorsa l’ora di cottura aggiungere pomodoro e peperoni alla carne e coprire con il brodo lasciando cuocere per un’ora quindi aggiungere anche le patate e il restante brodo lasciando cuocere per altri 45 minuti.
5. Assaggiare, salare se necessario e servire caldissimo facendo in modo che sia denso e cremoso.

Tempo di preparazione: oltre 3 ore

Risultato: cremoso, sostanzioso, dal sapore speziato il gulash è quel piatto semplice ma che regala soddisfazioni. Inutile dire che è pesantuccio vero?

Variante: qualcuno invece di renderlo cremoso lo preferisce più acquoso quindi volendo si puo’ aggiungere più brodo di verdure per un gulash più brodoso.

Consiglio: siccome la preparazione è lunga il gulash si puo’ conservare per 2-3 giorni direttamente in frigorifero e quindi tirare fuori e riscaldare aggiungendo poca acqua calda e se necessario salando. Si puo’ anche congelare una volta raffreddato del tutto.


Commenti

Attivando i commenti accetti la privacy policy di Disqus.