Overnight porridge per la colazione dell’estate

oatmeal porridge

Overnight porridge ovvero la versione estiva e fredda del classico porridge, quello di cui ho già parlato qui e che a quanto pare fa bene alla cellulite ma anche alle cellule del nostro cervello mantenendole attive. Si tratta di una ricetta che spopola nei paesi anglosassoni perché semplifica ancora di più una ricetta tradizionale, peraltro già semplificata nel corso degli anni in modo da essere adattata agli stili di vita di oggi.

La particolarità di questa ricetta è data dal fatto che, lasciando i fiocchi di avena a bagno nel latte insieme ai semi di chia per una notte intera questi si gonfiano e il risultato è un porridge morbido, soffice e leggero che viene arricchito con frutta o marmellate in base al gusto personale. La stessa idea si applica al budino ai semi di chia dove mancano i fiocchi di avena: per la ricetta completa clicca QUI.

Quali sono i vantaggi del porridge lasciato a bagno per una notte?

  1. Si digerisce meglio perché gli acidi si spaccano e nello specifico l’acido fitico, che è quello presente nei cereali come l’avena, si riduce.
  2. E’ pieno di amido resistente, un tipo di amido che aumenta l’effetto sazietà e permette una migliore digestione.
  3. E’ semplice e veloce da preparare e non richiede tempo la mattina.
  4. E’ versatile e può essere anche proposto come dessert e spuntino combinando diversi sapori per un risultato personalizzato.

Di seguito la ricetta base per l’overnight porridge che però può essere personalizzato tantissimo; ti consiglio poi di cercare le tante varianti direttamente online magari con questa ricerca oppure di sperimentare per trovare la combinazione che vi piace e vi soddisfa di più.

Per convenzione si utilizza un rapporto 1:1 tra liquidi e solidi ma io preferisco che il mio porridge sia un pochino più liquido (anche perché i semi di Chia assorbono tantissimi liquido!) quindi uso un rapporto 1:2 ovvero 1 parte di solidi, fiocchi di avena, e in proporzione 2 di liquidi. Quanto al latte, io uso il senza lattosio ma questo porridge è molto buono anche con lo yogurt greco oppure con latte vegetale, in special modo riso e mandorla per via del loro sapore dolciastro. Non usare fiocchi d’avena istantanei che rischiano di disintegrarsi oppure di restare troppo duri!

Ricordati che puoi prepararne più porzioni da consumare ogni giorno ricordando però che il massimo sono tre giorni con il porridge da tenere in frigorifero e mescolare spesso.

Ingredienti per 1 barattolo da 300 grammi

  • 30 grammi di fiocchi d’avena
  • 10 grammi di semi di chia
  • 80 ml di latte
  • 1 cucchiaino di miele (opzionale)
  • Frutta a piacere

Procedimento

  1. Tagliare la frutta a dadini o lasciarla intera se si tratta di frutta morbida (e.g. fragole, lamponi, etc).
  2. Versare nel barattolo la frutta quindi aggiungere i fiocchi d’avena, i semi di chia, il latte ed eventualmente il miele.
  3. Mescolare gli ingredienti facendo in modo di non toccare la frutta alla base. Chiudere il barattolo con un coperchio ermetico e mettere in frigorifero tutta la notte (o minimo 4 ore).
  4. La mattina seguente tirare fuori il barattolo e consumare il porridge direttamente da frigorifero o lasciandolo qualche minuto fuori aggiungendo frutta in superficie.

Tempo di preparazione: 5 minuti + raffreddamento

oatmeal porridge ricetta