Pasta fredda al pesto e gamberi, la ricetta per l’estate

pasta pesto gamberi

La pasta fredda al pesto e gamberi è una deliziosa idea da preparare per le giornate al mare, per le giornate lavorative estive e per quando non si ha proprio voglia di cucinare. Niente di difficile, niente di complicato ma la variazione di una classica ricetta di pasta al pesto da servire però fredda con l’aggiunta di pesce per un sapore ancora più estivo.

E’ una pasta fredda e come tale si prepara in anticipo ma a differenza di molte altre paste fredde non va lasciata in frigorifero fino all’ultimo momento perché altrimenti il pesto si secca ed è quindi meglio tenerla a temperatura ambiente in modo che non sia gelata.

Inutile dire che il pesto migliore è quello fatto in casa ma se non ne avete o non potete prepararlo comprate quello nei vasetti scegliendo la qualità migliore, possibilmente proveniente dalla Liguria.

Pasta fredda al pesto e gamberi: ingredienti per 2 persone

200 grammi di spaghetti (o linguine)
15 gamberi o gamberetti freschi
pesto
sale
pepe
olio extravergine di oliva

Pasta fredda al pesto e gamberi: ricetta

  1. Prendere i gamberi, sciacquarli e sgusciarli quindi tagliarli a dadini. Rosolarli velocemente in poco olio, scolarli e metterli da parte.
  2. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla al dente seguendo questi consigli quindi farla raffreddare.
  3. Condire la pasta con il pesto (quantità a piacere), unire i gamberi ormai freddi o comunque a temperatura ambiente. Mettere la pasta in frigorifero solo se è completamente fredda quindi toglierla almeno 1 ora prima di mangiarla e lasciarla a temperatura ambiente.

Tempo di preparazione: 20 minuti + raffreddamento

Risultato: semplice, veloce, essenziale e sostanziosa è una pasta vincente anche per chi è a dieta o comunque non vuole mangiare pesante.

Variante: se volete renderla ancora più particolare prendete dei pinoli, tostateli leggermente e aggiungeteli alla pasta.

Consiglio: dura per un paio di giorni tenuta in frigorifero e poi portata a temperatura ambiente. Siccome il pesto tende a seccarsi è bene, se non la si mangia subito, aggiungere pochissimo olio extravergine di oliva per emulsionarla e farla rinvenire.