Sangria: ricetta spagnola originale e semplice da fare a casa

brocca sangria

Dici ricetta della sangria ed è subito estate, caldo e mare: la sangria è infatti un classico cocktail della tradizione spagnola, adatta per l’estate e di cui esistono diverse varianti dal momento che ogni zona della Spagna sembra avere la sua.

In generale è possibile preparare questo cocktail/bevanda utilizzando frutta estiva (e non!) di qualsiasi tipo: dai spazio alla fantasia e prova le diverse combinazioni… io mi diverto tantissimo a sperimentare e il risultato non è (quasi) mai negativo!

La storia della sangria e del suo nome

Il nome sangria deriva dallo spagnolo sangres, sanguinamento, e il vino che viene utilizzato è solitamente il Sangre de toro che ormai si trova anche in Italia: si sostituisce perfettamente con Cabernet e Merlot oppure con il buono e spagnolo Rioja. Secondo le teorie più accreditate, la sangria è nata nell’800 grazie ai contadini spagnoli che per dissetarsi iniziarono a preparare una bevanda usando i prodotti che avevano a disposizione ovvero vino, pesche, mele e agrumi. Esistono anche altre teorie ma la sostanza è che, oggi, di sangria ne esistono tantissimi tipi e ogni persona in Spagna sostiene la sua sia la ricetta originale. Alla base comunque c’è sempre il vino tinto, vino rosso corposo, anche se in Catalunia si preferisce il bianco.

Ingredienti per 1.5 lt di sangria

  • 1 litro di vino rosso
  • 2 arance spremute
  • 4 pesche
  • 5 cucchiai di zucchero
  • la buccia di 2 limoni
  • 1 stecca di cannella


Procedimento

  1. Versare il vino in una ciotola abbastanza grande o in una brocca alta e aggiungere lo zucchero. Mescolare fin quando lo zucchero non si dissolve;
  2. Aggiungere il succo delle due arance e, volendo, anche qualche fetta di arancia. Mescolare;
  3. Tagliare le pesche a pezzettini e aggiungerle al mix sempre mescolando. Aggiungere la stecca di cannella e continuare a mescolare;
  4. Mettere in frigorifero e tirare fuori solo al momento di servire.

Tempo di preparazione: 7 minuti

 

sangria

Risultato: la sangria è la bevanda più estiva possibile e la frutta, se abbinata ad un buon rosso, farà davvero la sua parte.

Variante: le pesche possono essere sostituite da mele, pere, kiwi, banane, frutta tropicale e non molle.

Consiglio: per abbassare il grado alcolico basta aggiungere qualche cubetto di ghiaccio quando si serve e delle fette di limone. Se invece si vuole alzare la soluzione sono un paio di bicchierini di rum. La cannella in polvere va evitata come la peste perchè non riesce ad amalgamarsi per bene e resta in superficie anche se mescolate di continuo. Se non hai cannella in stecca, sostituiscila con i chiodi di garofano.

[Update giugno 2017]