Spaghetti alla carrettiera, ricetta originale romana



spaghetti carrettieraNon esistono solo gricia e carbonara a Roma ma esiste una pasta che è tipica della cucina romanesca anche se la derivazione non è chiara: secondo alcuni è tipica di Roma, secondo altri è tipica del Lazio e secondo altri ancora è tipica di altre zone d’Italia. Parlo della pasta alla carrettiera, un primo piatto velocissimo e semplicissimo che proprio per questo ha un gusto una genuinità da manuale ed è adatta a chi ama il classico con brio (pare ‘na pubblicità ma non lo è, potrebbe esserlo però :D ).

E’ certa l’etimologia del nome “pasta alla carrettiera” che indica cioè il pasto consumato dai carrettieri, i conducenti dei carretti, che la preparavano in loco portandosi dietro ciò che gli serviva e che, nonostante il viaggio, non sarebbe andato a male; l’accostamento è di quelli arditi, funghi+tonno (ventresca nella versione originaria) ma vi assicuro che nonostante le apparenze è uno di quei primi belli “ignoranti” che ricrea e fa stare bene :D

La ricetta originale prevede che si utilizzino spaghetti ma qualcuno ci mette del suo e la prepara con le tagliatelle che no, non vanno bene perchè falsano il sapore originario data la presenza dell’uovo; vanno bene anche i bucatini ma lo spaghetto è la morte sua.

Cosa serve per 4 persone
400 grammi di spaghetti
100 grammi di ventresca di tonno
400 grammi di pelati
40 grammi di funghi
2 spicchi di aglio
1 peperoncino piccante
prezzemolo
olio extravergine di oliva
sale q.b.

Come si fa
1. Pulire i funghi e affettarli sottilmente. Se utilizzate funghi secchi metterli in una ciotola con acqua fredda e lasciarli rinvenire per circa 20 minuti quindi scolarli.
2. Scaldare un po’ di olio in una padella e versare l’aglio, il peperoncino e il prezzemolo lasciando dorare il tutto.
3. Togliere l’aglio e aggiungere prima i funghi lasciando cuocere per 5 minuti quindi la ventresca sgocciolata lasciando cuocere per altri 5 minuti mescolando ogni tanto.
4. Aggiungere in padella i pelati tagliati a pezzetti e regolare di sale; cuocere per 15-20 minuti al massimo.
5. Cuocere la pasta in acqua salata e scolarla al dente quindi condirla con il sugo e servire.

Tempo di preparazione: 40 minuti

Risultato: buona e saporita, piccantina al punto giusto e goduriosa specie se vi lasciate andare e non vi preoccupate di “impiastarvi” la faccia con il sugo :D

Variante: non so bene se si tratti di una variante o meno ma alcuni sostengono che la carrettiera contenga anche guanciale/pancetta da far rosolare nella padella prima di preparare il sugo. Onestamente ho sempre saputo che questo ingredienti non ci va e anche nei ristoranti più tipici non ho mai mangiato la carrettiera con pancetta/guanciale quindi se ci volete provare fatelo a vostro rischio e pericolo :D

Postillina: diffidate di chi scrive “potete aggiungere qualche pomodoro” perchè il pomodoro ci va. Punto e basta :D


Commenti

Attivando i commenti accetti la privacy policy di Disqus.