Trippa alla romana: ricetta, tempi di preparazione e consigli



trippa romana

So che molti di voi staranno facendo facce tra l’incredulo e il disgustato mentre altri, i buongustai :D , si staranno leccando le dita guardando la foto di quella che E’ in assoluto una delle ricette romane più tipiche in assoluto: la trippa. La mia ricetta della trippa alla romana è la ricetta di mia mamma quindi pensate, mentre la leggete, che sia lei a darvela dal momento che è lei, a casa mia, la persona deputata alla sua preparazione. Noi tutti ci limitiamo a mangiarla e a fare la scarpetta col pane buono! :D

Cosa serve per 6 persone
1,5 kg di trippa
Battuto di lardo
1 cipolla
1 spicchio di aglio
1 kg di pomodori pelati
Qualche cucchiaio di passata di pomodoro
Poco più della metà di 1 bicchiere di vino bianco
Peperoncino
Menta romana fresca
Sale
Pecorino romano grattato

Procedimento
1. Prendere la trippa, lavarla per bene sotto l’acqua corrente fredda e metterla a cuocere in una pentola piena di acqua e salata. Se si utilizza trippa precotta calcolare 30 minuti dal momento del bollore mentre se si utilizza trippa cruda calcolare almeno 1 ora. La trippa deve essere morbida se infilzata con una forchetta. Passare i pomodori pelati in modo da eliminare la buccia esterna e i semini.
2. Una volta cotta scolarla per bene e tagliarla a listarelle di media dimensione quindi in una pentola grande soffriggere la cipolla sminuzzata con il battuto di lardo, lo spicchio di aglio, parte della menta romana sminuzzata e il peperoncino in quantità a piacere.
3. Versare nella pentola con il soffritto anche la trippa e lasciarla soffriggere qualche minuto mescolandola quindi versare il bicchiere de vino e lasciar sfumare.
4. Versare nella pentola i pomodori pelati e qualche cucchiaio di passata che aiuta ad addensare, aggiustare di sale e cuocere per 1 ora e 15 minuti facendo attenzione che il sugo non si restringa troppo. Nel caso in cui inizi a restringersi allungarlo man mano con acqua calda/bollente e aggiustare di sale fino a trovare il sapore giusto. A fine cottura aggiungere la restante menta romana, mescolare e servire calda aggiungendo su ogni piatto pecorino romano a piacere. La trippa NON va mantecata con il pecorino che va invece aggiunto su ogni piatto!!!

Tempo di preparazione: 3 ore

Risultato: il sughetto piccantino e liquido e la consistenza leggera della trippa ne fanno un piatto completo e assolutamente godurioso. Immaginatevi mentre intingete il pane fatto in casa e cotto a legna nel sughetto e iniziate a sorridere di piacere :D

Variante: al posto del battuto di lardo si può utilizzare grasso di prosciutto che rende ancora più saporito il piatto e al posto della menta romana fresca si può utilizzare quella secca MA ricordando che una parte di menta fresca andrebbe sempre utilizzata perchè conferisce un sapore migliore alla trippa.

Consiglio: la trippa alla romana deve essere piccantina MA il pecorino la rende molto saporita e se si esagera con il peperoncino si rischia di bruciare il sapore quindi vi consiglio di assaggiare man mano calcolando sempre che l’aggiunta del pecorino aiuta a sentire il retrogusto piccantino e speziato.

Consiglio della mamma: la trippa non precotta richiede tempi molto lunghi per la cottura e questo implica che la casa si impregni di un odore forte e che si elimina difficilmente. Per ovviare a questo la mamma consiglia di aggiungere nella pentola dove viene bollita la trippa un limone tagliato a metà che assorbe il cattivo odore.


Commenti

Attivando i commenti accetti la privacy policy di Disqus.