Pasta zucchine e gamberetti: la ricetta classica dell’estate

pasta zucchine gamberetti

La pasta zucchine e gamberetti è un classico della cucina italiana estiva, da preparare velocemente quando arrivano le zucchine buone per regalarsi un piatto leggero ma che contiene tutti i nutrienti e le proteine di cui abbiamo bisogno.

Si tratta di una ricetta davvero semplice che richiede però l’utilizzo di ingredienti freschi e di prima categoria perché siccome non è previsto sugo la pasta deve assumere condimento proprio dai suoi ingredienti.

Che tipo di gamberetti scegliere per questa pasta? Sicuramente vanno evitati i gamberetti in barattolo sia perché non sono freschi che per il fatto che il liquido di conservazione conferisce un sapore sicuramente peculiare ma potenzialmente pericoloso per il sapore generale della pasta. E’ invece possibile usare gamberetti surgelati avendo l’accortezza di scongelarli in frigorifero.
In generale conviene usare gamberetti freschi, di grandezza non eccessiva, che vanno scelti valutando:

  • se la testa è ben attaccata al corpo
  • se gli occhi sono lucidi
  • se la corazza esterna è lucida e soda
  • se le zampe e la coda sono giallastri
  • se sono morbidi.

Da non dimenticare mai di annusare i gamberetti per capire se sono freschi: i gamberetti freschi devono avere un buon profumo di mare e dunque qualsiasi odore sospetto di ammoniaca o cloro deve farci desistere immediatamente dall’acquisto.

Anche se pensiamo che le zucchine siano tutte uguali, l’importante che siano di stagione e fresche, in realtà è necessario saperle scegliere per evitare di ottenere una pasta senza sapore; per questa pasta con zucchine e gamberetti vanno preferite le zucchine lunghe e non quelle tonde che contengono troppa polpa. Al contrario le zucchine lunghe e verdi sono più umide e dunque permettono di ottenere un condimento più succoso.

Per scegliere le zucchine per la tua pasta fai attenzione che:

  • siano verdi brillanti e senza muffa;
  • siano sode e lisce;
  • siano presenti una leggera peluria sulla buccia e un fiore (entrambi indice di freschezza).

Ti stai chiedendo che formato di pasta scegliere per questa ricetta?
Puoi scegliere sia un formato corto che un formato lungo in base alle tue preferenze ma anche al quantitativo di condimento che utilizzerai: la pasta lunga richiede molto più condimento rispetto alla corta e spesso può essere difficile farlo aderire per bene. Se scegli una pasta corta, ti consiglio una trafilata al bronzo che assorbe meglio qualsiasi tipo di condimento.

Pasta zucchine e gamberetti: ingredienti per 4 persone

350 grammi di pasta
250 grammi di gamberetti freschi sgusciati
2 zucchine lunghe
1/2 cipolla
Due cucchiai di vino bianco secco
Peperoncino secco q.b.
Sale
Pepe
Olio extravergine di oliva

Pasta zucchine e gamberetti: ricetta

  1. Preparare un soffritto sminuzzando la cipolla e unendola al peperoncino secco lasciando soffriggere per qualche minuto in olio caldo.
  2. Tagliare le zucchine a cubetti dopo averle private della maggior parte della polpa interna. Aggiungerle al soffritto e lasciarle cuocere fin quando non saranno abbastanza colorite e morbide.
  3. Aggiungere in padella anche i gamberetti e, continuando a mescolare, aggiungere un paio di cucchiai di vino bianco e lasciar cuocere per un minuto ovvero fin quando i gamberetti non saranno diventati bianchi. Aggiustare di sale.
  4. Nel frattempo cuocere la pasta in acqua salata e scolarla al dente tenendo da parte dell’acqua di cottura. Versare la pasta direttamente nella padella con il condimento e saltarla per un paio di minuti a fiamma bassa, aggiungendo poca acqua di cottura se necessario. Servire la pasta calda aggiungendo del pepe a crudo su ogni porzione.

Tempo di preparazione: 20 minuti

zucchine e gamberetti

Risultato: una pasta semplice ma saporitissima, estiva e leggera da portare in tavola tutti i giorni o per le occasioni speciali.

Variante: per un sapore ancora più estivo, si possono aggiungere dei pomodorini pachino in padella a fine cottura.

Consiglio: se avanza, è possibile conservarla in frigorifero dentro un contenitore ermetico e riscaldarla in una padella aggiungendo dell’acqua calda al posto dell’olio.

[Foto di Giuseppe]