Come si prepara l’orzotto

orzotto

L’orzotto è uno dei piatti tipici del Nord Italia ed è un ottimo sostituto del classico risotto: si sposa benissimo con verdure, brodo e anche carne e per questo motivo è adatto per quelli che vogliono introdurre altri cereali nella loro dieta per non limitarsi al solo consumo di riso e pasta. Scopriamo insieme come si prepara un ottimo, e salutare, orzotto a casa.

Che tipo di orzo scegliere per l’orzotto

Per preparare l’orzotto puoi scegliere l’orzo decorticato o l’orzo perlato. Il primo mantiene la maggior parte delle caratteristiche dell’orzo puro ma viene sottoposto ad un trattamento che gli permette di essere messo in ammollo per 12-13 richieste dall’orzo classico. L’orzo perlato, invece, viene sottoposto ad un trattamento ancora più radicale che porta alla rimozione della parte esterna in modo da eliminare del tutto la fase di ammollo ma, allo stesso tempo, eliminando anche parte delle fibre, dei sali minerali e delle vitamine. L’orzotto migliore si dovrebbe preparare con l’orzo integrale che però richiede tempistiche molto lunghe; a favore dell’orzo perlato per la preparazione dell’orzotto sono non solo le tempistiche ma anche la possibilità di trattare questo cereale come riso, cuocendolo di conseguenza.

Consigli per preparare l’orzotto

Posto che si sia scelto un orzo perlato, è possibile preparare l’orzotto seguendo due diversi metodi:

  • Lessarlo in acqua salata per 20/30 minuti, scolarlo quindi condirlo a piacere;
  • Tostarlo in poco olio quindi trattarlo esattamente come il riso per risotti, cuocendolo insieme agli ingredienti e al brodo.

Nel primo caso il risultato sarà molto simile ad un’insalata di riso con gli ingredienti poco amalgamati ed è ideale mangiato freddo con aggiunta di ottimo olio extra vergine di oliva a crudo; nel secondo caso avremo invece un vero e proprio risotto a base di orzo cremoso e con tutti gli ingredienti ben amalgamati.

L’orzotto è senza glutine?

No, nonostante il processo di raffinazione dell’orzo perlato e di quello decorticato, questo cereale non è adatto a chi segue una dieta senza glutine perché è celiaco o intollerante al glutine. Per preparare un orzotto in versione senza glutine, senza poterlo ovviamente chiamare orzotto data l’assenza dell’elemento fondamentale, l’orzo appunto, puoi usare miglio o il grano saraceno.

Tutte le informazioni sull’orzo perlato per preparare l’orzotto

100 grammi di orzo perlato apportano poco più di 300 calorie e sono ricchi di carboidrati, seguiti da proteine e infine da grassi; si rilevano poi meno di 10 grammi di fibre ogni 100 grammi e un apporto molto basso di sali minerali per via del processo di raffinazione cui l’orzo germogliato o quello integrale viene sottoposto prima di diventare perlato.

Idee per preparare l’orzotto

Ecco per te qualche abbinamento che funziona sempre, per un orzotto davvero sfizioso:

  • con cereali (come nella foto) e legumi;
  • con funghi;
  • con zucchine, peperoni e melanzane aggiungendo del pomodoro fresco;
  • solo con parmigiano, olio extra vergine di oliva e pepe;
  • in insalata con feta e verdure fresche;
  • in insalata con tonno, capperi, olive.

orzotto ai cereali

Orzotto ai cereali: la ricetta per due persone

200 grammi di orzo decorticato
50 grammi di ceci
50 grammi di lenticchie verdi
1 litro di brodo vegetale
Olio extra vergine di oliva
Sale
Peperoncino
Cipolla

  • Mettere in ammollo l’orzo decorticato, i ceci e le lenticchie verdi per almeno 12 ore.
  • Preparare un brodo vegetale quindi, trascorse le 12 ore, scolare cereali e legumi e trasferirli dentro una ciotola.
  • Preparare un soffritto con cipolla e peperoncino quindi, una volta pronto, versare il mix cereali-orzo e lasciar tostare velocemente.
  • Preparare l’orzotto come fosse un risotto quindi cuocerlo aggiungendo brodo vegetale man mano che inizia a ritirarsi, sempre mescolando.
  • A cottura ultimata, quando cioè l’orzo e tutti gli altri legumi sono diventati morbidi ma sono ancora interi, aggiungere poco olio extravergine di oliva e servire l’orzotto da solo o con del parmigiano grattugiato.

E’ possibile preparare questa ricetta anche usando dell’orzo perlato avendo cura di mettere in ammollo lenticchie e ceci in modo che possano poi cuocersi insieme all’orzo oppure, per semplificarsi la vita, di usare i legumi in barattolo senza acqua di conservazione.

[Foto di Giuseppe]