Mangiare economico in Norvegia

salmone

Quando si pensa alla Norvegia si pensa immediatamente anche alla spesa da affrontare per un viaggio di questo tipo e una delle voci più preoccupanti è sempre quella legata al cibo. E’ innegabile che in Norvegia si spende parecchio se facciamo il confronto impietoso con i nostri standard e con gli stipendi italiani (una cena composta da hamburger, patatine e birra, per due, non costa meno di 550NK che equivalgono a 60 euro!) ma è anche vero che mangiare economico in Norvegia è possibile. Seguendo alcune accortezze e qualche consiglio che vi riporto di seguito ma ovviamente essendo molto molto flessibili perché a volte anche trovare un supermercato o un posto dove mangiare qualcosa, specie se uscite fuori dai giri turistici, può essere difficile.

1. Rifornirsi al supermercato

I supermercati norvegesi sono forniti di ogni ben di Dio a prezzi più alti degli italiani ma comunque accettabili. Per un pranzo economico ma sostanzioso è possibile ricorrere alle insalate già pronte con tanto di salsine e forchetta inclusa o ai panini senza dimenticare la possibilità di prendere pane e affettati e prepararsi i panini da soli. I supermercati da tenere sotto controllo sono Kiwi e REMA 1000 mentre lasciate perdere Coop e Spar perché i prezzi sono proibitivi. L’opzione “fai la spesa e cucina” non è contemplata da questo blog ma se amate questo genere di cose quando siete in vacanza allora vi consiglio di non acquistare verdura e frutta e preferire prodotti locali come le patate, le carote e il salmone.

insalata

2. La colazione dell’hotel

Se avete optato, come la sottoscritta, per hotel con colazione compresa è buona norma che consumiate una colazione pantagruelica in modo da stare coperti per parecchio. Se poi siete avanti potete prepararvi i panini a colazione e portarveli dietro per pranzo ma attenzione: siccome in Norvegia lo fanno tutti, molti hotel fanno pagare una somma variabile dai 40 ai 75 NK per 2-3 panini a persona, somma decisamente accettabile se comprata con il costo del cibo nel Paese. Se poi dovete scalare come ho fatto io allora il panino fatto in hotel è la soluzione ideale perché spesso per raggiungere i sentieri e poi le cime si percorrono strade senza nulla intorno oppure ci si deve per forza arrangiare in posti costosissimi per dei panini che non vale la pena acquistare.

panino

3. Chioschetti

La Norvegia è disseminata di chioschi dove mangiare burger e soprattutto hot dog. Non aspettatevi pasti economicissimi ma mettete in conto una spesa media di 10 euro per un hamburger a persona senza patatine. Se riuscite a trovare chioschetti lontani dalla massa di turisti sappiate che mangerete molto bene e la spesa sarà ridotta.

Hot dog

4. Mercati del pesce

Tralasciando il mercato del pesce di Bergen che, essendo ad uso e consumo del turista medio da crociera è una vera e propria presa in giro, tutti i paesini sperduti della Norvegia sono di solito dotati di banchetto-mercato del pesce dove acquistare pesce fresco cotto in maniera semplice e veloce. Gusto assicurato, spesa ridotta anche.

panino gamberetti

5. Caffetterie

Il caffè in Norvegia è una cosa seria e le caffetterie possono riservare ottime sorprese a chi non vuole spendere troppo per il cibo. E’ possibile quasi sempre trovare combinazioni di caffè+dolce a circa 50NK mentre un panino aperto non costa più di 50/60NK.

dolce norvegese

Altri consigli da seguire per mangiare in Norvegia

1. L’acqua del rubinetto è sempre potabile quindi chiedete sempre della tap water quando andate in giro. Anche l’acqua che si trova nelle stanze degli hotel e nei bagni è potabile!
2. In estate non perdetevi un pranzo a base di Softis, gelato alla panna ricoperto di cioccolata, croccantini o caramelle che, proprio perché è davvero grande, se avete abbondato a colazione è un ottimo sostituto del pranzo e costa anche “poco” (dai 35 ai 45NK), meglio ancora se mangiato in riva al mare!

softis